Notizie

Ripartire dopo la pandemia si può, la Valle D’Aosta ce lo dimostra

Le associazioni hanno dovuto fare i conti con restrizioni e con la chiusura prolungata degli impianti; ora però si riparte con nuovo slancio e nuovi stimoli. Claudio Herin fa il punto della situazione e dice: «Le società si stanno affiliando, la Valle d’Aosta è piccola e conta circa 35 associazioni, dal nuoto alla ginnastica in acqua anche con i disabili, dalla ginnastica ritmica all’artistica, fino a società che si dedicano al ciclismo».

Csain Valle d’Aosta è molto attivo anche nell’organizzazione di eventi, in modo particolare legati ai trail. È stato un grande successo il QuarTrail des Alpages, buona la prima edizione del K+ Antey-Chamois, un piccolo comune della Valle d’Aosta raggiungibile solo in funivia, ma le sfide e i progetti non sono finiti. Anzi, Csain Valle d’Aosta rilancia con il Cervino Matterhorn Ultrarace, una gara di ultratrail di 168 chilometri che si svolgerà nel luglio del 2022.  

Questa è una delle grandi novità del prossimo anno, ma prima di tutto, Herin auspica che la situazione possa rapidamente tornare alla normalità per essere liberi di muoversi e per far ritorno in palestra senza vincoli. Insomma, un ritorno a due anni fa, per poter parlare per davvero di ripartenza.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button