In primo pianoNotizieSport

Esplode il Softair

Spirito di squadra, gioco di strategia, capacità di orientamento, ma anche disciplina e lealtà, sono le abilità richieste per praticare il softair sport. Se, poi, si è amanti delle attività outdoor, beh, questo è proprio lo sport che fa al caso vostro!
A L’Aquila, subito dopo il sisma del 2009, su iniziativa di sette ragazzi, è stata fondata la ASD Fenici Softair, affiliata CSAIn Abruzzo e capitanata da Mauro Aternini, con l’obiettivo di promuovere e stimolare l’aggregazione, un bisogno molto sentito in quel frangente!

Nell’ambito di una manifestazione cittadina, la Asd Fenici Softair, dal 2 al 4 Settembre scorsi, ha allestito, presso la Villa Comunale, uno stand dimostrativo e conoscitivo di questa disciplina. Gli astanti hanno, così, avuto modo di scoprire che si tratta di un war game tattico a squadre ossia, di una attività sportiva, recentemente riconosciuta dal CONI, basata sulla simulazione di tattiche di addestramento e di intervento dei reparti operativi delle forze dell’ordine. Le locations ospitanti i players sono prevalentemente zone boschive, ma non si disdegnano gli ambienti urbani. Una volta deciso l’obiettivo da raggiungere – che può essere l’attacco, la difesa, la scorta e/o la liberazione di un ostaggio – si effettuano azioni di esplorazione e rastrellamento della zona prescelta imbracciando le air soft guns, inoffensive armi giocattolo, esteticamente molto simili a quelle vere, che erogano una energia al pallino, biodegradabile, inferiore ad un joule. Tutto viene svolto nel massimo rispetto dell’ambiente ospitante e dell’incolumità individuale. Ogni giocatore, infatti, è obbligato ad indossare protezioni quali occhiali, maschere o paradenti. È uno sport, che se praticato, aiuta a stimolare e ad accrescere la sportività, l’autostima, l’autocontrollo, la capacità di reagire e di elaborare strategie insieme ai componenti della squadra. Ed è proprio il concetto di squadra, inteso come spirito di gruppo, affiatamento e collaborazione, il punto di forza di questo sport. Lo stesso su cui hanno fatto leva quei 7 ragazzi nel 2009.

Leggi altri articoli: http://webtv.csain.it/notizie/

Seguici su : Facebook Instagram Youtube

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche
Close
Back to top button